A Napoli nasce casa rider per la tutela dei lavoratori del delivery

A villa Colonna Bandini firma con Inail, Nidil cgil e “Napoli pedala”

 

Nascerà ufficialmente il prossimo 17 febbraio a Napoli il progetto “Nuovi lavori, nuove tutele”, iniziativa che vede coinvolti Inail – Direzione regionale Campania, la Nidil Cgil e l’associazione ‘Napoli Pedala’, con la firma, alle 15:30, al Centro Formazione Inail di Villa Colonna Bandini. Oggetto del progetto sperimentale, unico sul piano nazionale, è quello di migliorare le condizioni di lavoro dei lavoratori del settore del delivery attraverso una più ampia e diffusa informazione sui temi della sicurezza sul lavoro e delle tutele ad essa connesse, in particolare per quanto attiene le norme anti-infortunistiche e di promozione della salute”.

Tra gli obiettivi quello di rendere consapevoli non solo i lavoratori, ma istituzioni e cittadini, sui temi della sicurezza stradale che, nel caso dei riders, rappresenta il principale e quasi esclusivo luogo di lavoro. Diverse le attività che saranno messe in campo per tentare di agevolare il lavoro dei rider. Tra queste “La Casa dei Rider”, unica nel suo genere in Italia, che troverà posto nella Galleria Principe di Napoli.

Un hub fisico dotato di area ricarica per bici elettriche, deposito zaini, bacheca annunci e relax zone. Ospiterà, inoltre, corsi di manutenzione bici e seminari informativi sulla corretta postura per l’utilizzo della stessa e di guida sicura in bici in ambiente urbano. Il progetto prevede anche la realizzazione di un “kit per la sicurezza” a disposizione dei lavoratori che conterrà materiali informativi inerenti la salute e sicurezza sul lavoro e i dispositivi di protezione individuali (mascherine, pettorina catarifrangenti, attrezzatura per manutenzione bici). Prossima iniziativa, in collaborazione anche con la Fondazione Michele Scarponi, sarà l’inaugurazione della prima panchina bianca in Italia, per porre l’attenzione sulla sicurezza stradale.

About the author : OpusJob

Leave A Comment